Programma

Questo ciclo di lezioni affronterà una selezione di argomenti di rilevante interesse, tali da aprire stimolanti squarci di prospettiva su temi di ricerca avanzata. Verranno in particolare affrontati i due seguenti argomenti:
A) L’acquisizione delle strutture tempo-aspettuali.
Dopo un’introduzione generale, in cui saranno anche presentati i risultati di una ricerca condotta su apprendenti di italiano L1 (ossia, “prima lingua”), l’attenzione si concentrerà su un idioma a spiccata “prominenza aspettuale”: il mòoré, lingua gur parlata soprattutto in Burkina-Faso. La tesi tuttora prevalente in quest’ambito di studi, ispirata a principi inerentemente semantici, insiste sulla priorità della categoria dell’aspetto nel processo acquisizionale. In contrapposizione a ciò, si dimostrerà la superiorità di un approccio imperniato sulle proprietà morfologiche della lingua bersaglio. Benché il mòoré non sia l’unica lingua a “prominenza aspettuale” finora analizzata, essa si segnala per la considerevole ricchezza della sua morfologia verbale, il che conferisce particolare spessore alla dimostrazione.
B) Nomi con morfologia predicativa.
La predicazione nominale è un fatto universale. Normalmente, tranne casi particolari, l’autentica funzione predicativa è affidata ad una copula, mentre il nome fornisce al sintagma predicativo un contributo essenzialmente semantico, dichiarandone il contenuto lessicale. Alcune lingue, tuttavia, presentano specifici affissi morfologici che di per sé segnalano il valore predicativo del nome (o dell’aggettivo). Nel ciclo di lezioni dedicato a questo tema si mostrerà come questo fenomeno morfosintattico, per quanto raro, abbia lasciato indubitabili tracce in lingue tipologicamente disparate: specificamente, in alcune lingue dell’America del Sud (appartenenti alle famiglie zamuco e tupí-guaraní) ed in varie lingue semitiche (sia pure in forma residuale).

Riferimenti bibliografici

I riferimenti bibliografici saranno comunicati e discussi a lezione.

Tipologia della prova

Relazione di seminario

Prerequisiti

Non sono richiesti specifici requisiti. Le nozioni saranno introdotte in maniera graduale e commisurata al preventivo grado di conoscenza della materia da parte del singolo studente.